Vivere a Edimburgo

Gli stipendi e il costo della vita a Edimburgo: è fattibile?

Questo è il primo dilemma che deve farsi avanti nel momento in cui tu debba decidere per un trasferimento a Edimburgo o in Scozia in generale. Perché se è vero che si trova più facilmente lavoro che in Italia (e questa cosa non me la so spiegare, ma lascio la digressione ad un altro momento), è anche vero che non si guadagna da nababbi, a seconda del settore.

La situazione Italia Nord/Sud

Ma in rapporto a certe città italiane tutto sembra più proporzionato e accessibile, ed ecco anche perché ora mi spiego perché alcuni emigrati italiani a Milano, se trovano lavoro al sud fanno la scelta di lavorare giù piuttosto che al nord. Scelte personali e per alcuni non condivisibili, ma più semplici da fare se la famiglia di origine è al sud e si nutrono speranze per le singole realtà. O semplicemente perché pensando al presente, è l’unica opzione possibile. Per una serie di fattori: perché nel Sud Italia gli affitti sono molto meno costosi e così molti prodotti di prima necessità. A pari stipendio, o con uno stipendio persino più basso di 2/300 euro, a Milano arrivi a stento a fine mese, e al sud magari riesci a comprarti anche la macchina e mettere da parte risparmi. Ma a Milano c’è più movimento…così sembra.

 

E a Edimburgo?

All’estero c’è più tendenza ad assumere, questo lo sentiamo ogni giorno. Inoltre a Edimburgo, pur essendo la capitale scozzese dove tutto è più costoso rispetto al resto di Scozia, si riesce a vivere dignitosamente anche con uno stipendio base (che qui si aggira intorno alle 1.100 sterline, e non 800 euro – cosa improponibile). Basta guardarsi intorno e fare le scelte adeguate.

Ecco qui le cifre riguardanti il minimum wage nazionale. Se trovate a meno state sicuri che non sono contratti in regola.

Ma qui parliamo di stipendio base, molto comune anche nel settore turistico fra camerieri, cuochi e assistenti d’hotel. Ma non è difficile, per molte professioni ricercate, fare dopo 6 mesi già un salto di carriera con un aumento di stipendio di anche 200/300 sterline. Per il settore informatico ad esempio si parte da 1300/1500£. Altre realtà non le conosco direttamente per cui non mi sento di fare paragoni o dare suggerimenti.

Gli affitti

Pretendere, con lo stipendio base, di vivere in pieno centro a Edimburgo, è impossibile, ma appena fuori (il che significa a mezz’ora dal centro, ma sempre a Edimburgo, sia chiaro!), si può trovare anche una bella casetta a 4/500 sterline al mese. Ampio margine per il resto vero? Giuro, è tutto provato: case di 2 camere da letto a Edimburgo fino a 600£ se ne trovano, e anche di carine. Magari non ammobiliate, ma con pochi euro ce la si cava anche con quello, anche perché spesso le cucine e i principali elettrodomestici ci sono già. Non ci credi? Leggi un po’ qui il mio articolo sulle case.

Ovvio che vanno via come il pane, per cui non è sempre facile. In centro invece parliamo di cifre che man mano salgono dalle 800 fino a 1.200£ e a salire. Ma c’è chi fa anche la scelta di vivere anche poco più fuori, nella campagna o sul mare, vicino al fiordo, dove si trovano case sugli stessi prezzi ma c’è molta più offerta, con i pro e i contro di tale scelta. Pro: natura, tranquillità, gite fuori porta. Contro: costi di treno (piuttosto ben servito) o auto (un po’ una tragedia il traffico).

 

Il costo della vita

Qui o ci vivi o non puoi saperlo al 100%, ma se fai un confronto sul sito Expatisan (qui il rapporto fra Edimburgo e Milano) o chiedi a qualche amico emigrato, scoprirai che c’è la possibilità di risparmiare sui generi di prima necessità, perché anche in Scozia esistono le catene di supermercati low cost come Lidl (solo a Edimburgo ce ne sono 9, a Milano 12, per dire), Aldi, Asda, ma anche le più locali MorrisonTesco e Sainsbury’s. Evitare invece accuratamente Waitrose, un po’ più caro. Idem per l’abbigliamento o altri generi: la globalizzazione in un certo senso aiuta la possibilità di rifarsi il guardaroba con poco, senza considerare la possibilità Charity Shop, molto diffusa in Uk.

Della council tax ne abbiamo già parlato nell’articolo riguardante le case, e sappi che può variare a seconda della casa (non della zona), ma se chiedi la rateizzazione fin dall’inizio non avrai sorprese.

Abbonamenti mezzi pubblici: la Lothian Buses mette a disposizione abbonamenti mensili da 54 sterline o anche annuali, per lavoratori e studenti. Il treno costa un bel po’ di più, quindi valuta bene quando cerchi casa in funzione del lavoro.

Per ora è tutto, se ci fossero domande chiediamo agli amici emigrati di aiutarci ad integrare l’articolo. Grazie!!

Ah dimenticavo: dimenticati di prendervi il cafferino fuori, perché costa un occhio della testa e non è proprio come il nostro ahahahha al massimo vai da Italian on Mound se ti trovi in zona, lì lo fanno buono 🙂

About Lauryn

Madre e moglie, webdesigner e appassionata di UK, in particolare la Scozia ed Edimburgo. Libri fantasy, serie tv, musica completano il profilo delle mie principali passioni, ma non finisce qui...

View all posts by Lauryn →

2 thoughts on “Gli stipendi e il costo della vita a Edimburgo: è fattibile?”

Lascia un tuo commento

Sito web e logo per la tua attività in Scozia

Siti web Edimburgo Di seguito il modulo per contattarci direttamente per chiederci un'analisi gratuita del tuo progetto. Creiamo il tuo logo, insegna, biglietti da visita e volantini in collaborazione con le stamperie del luogo e creiamo il tuo sito internet professionale.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Edinburgh
Acquista la stampa di "Edinburgh" disegnata da me su Artflakes!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: