Come portare il proprio cane o gatto a Edimburgo

Che dilemma…mi sono informata anche su questo, avendo una cagnolina dalla quale mai ci separeremmo.

Dopo aver raccolto varie informazioni vi posso dire che non è impossibile, ma richiede una gran fatica, economica e fisica, portarsi dietro i nostri amici a quattro zampe.

Premessa:

  • non esiste più la “quarantena” per gli animali d’appartamento, ma è sufficiente averli vaccinati adeguatamente prima di partire. Informatevi presso il vostro veterinarioper tempo e tenete il libretto delle vaccinazioni sempre a portata di mano
  • il cane ovviamente deve essere microchippato e regolarmente registrato in Italia
  • deve possedere passaporto Europeo (che viene rilasciato dal veterinario insieme a tutte le certificazioni del caso – fino a che il Brexit non cambierà qualcosa)
  • alcune razze di cani non sono proprio ammesse in Uk, informatevi bene. A titolo non esaustivo ecco quello che ho trovato in rete:
    • Pitbull Terrier
    • Tosa
    • Dogo Argentino
    • Fila Brasileiro

In sintesi portarlo in aereo significa pagare tantissimissimo ed aspettare la disponibilità della compagnia aerea, che potrebbe voler dire anche mesi, e il viaggio potrebbe non essere molto confortevole per il nostro compagno perché previsto in stiva, con conseguente stress (spesso i veterinari consigliano di sedarli): solo poche compagnie infatti permettono di portare il proprio animale in cabina con una gabbietta o in caso di cane grande, in una postazione apposita in prima fila (ma ripeto, poi potete lasciare a casa il portafogli).

E altro punto che blocca, se pensate al treno, sappiate che sull’Eurostar Eurotunnel che va sotto la manica non è permesso portare animali (vai a capire perché). L’unica possibilità è portarlo nella propria macchina con l’Eurotunnel le Shuttle, però va da sé che ciò significa fare un bel viaggetto.

Pertanto le soluzioni alternative che molti amici hanno adottato sono le seguenti:

  • viaggio della speranza tutto in auto con vari scali per non morire di stanchezza (con scelta nave o Eurotunnel Shuttle per il passaggio della Manica)
  • tratte treno-nave-treno con l’itinerario che preferite (io consiglio TGV fino a Parigi, che almeno qualche ora ve la risparmiate)
  • corrieri appositi come quelli che vi segnalo di seguito

https://www.facebook.com/mmtravelpets/

https://www.facebook.com/scanuremovals/ (quest’ultimo vale anche per traslochi o trasporti vari)

Vi consiglio un articolo di Stefano Scarpesciolte in cui ha raccontato la sua Odissea canina per portare il cagnolotto a Edimburgo.

Cercare una casa in affitto dog-friendly è un altro paio di maniche, tenetelo ben presente (vale anche per i fumatori e le famiglie con bambini), per l’ovvio motivo che la casa richiederebbe più manutenzione e rischio di danno. Forse potrete pregare in turco aramaico che possiate tenerlo perché il vostro cagnolotto non morde neanche le vostre pantofole senza il vostro permesso, ma … buona fortuna!

Per il resto la Scozia in generale è molto dog-friendly e credo che di cose da fare con il vostro cagnolino ce ne siano, se non altro per i fantastici parchi verdi che ci sono, ma attenti a raccogliere la cacca, altrimenti le multe sono salatissime 😉

Infine un mio piccolo consiglio su cui ho riflettuto: valutare anche che questo viaggio glie lo potete far fare una, massimo due volte nella vita, povero animale, per cui una volta trasferiti, per le vacanze italiche dovrete pensare a qualcuno che ne abbia poi cura in vostra assenza: un amico, un dog sitter o una residenza per cani e gatti.

 

0 thoughts on “Come portare il proprio cane o gatto a Edimburgo”

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: