Vivere a Edimburgo (Pagina 2)

La Brexit è un bel casino, su questo non c’è dubbio. And it’s not a very big deal. Ne parlano oramai da quanto? tre anni? Ecco, io non avevo ancora toccato l’argomento perché più leggevo e più non ci capivo una mazza e la verità è che neanche le singole persone che compongono il parlamento Britannico, né tantomeno l’attuale primo ministro Theresa May, sa bene come andrà a finire. Riassumento brevemente, ed includendo in modo incrociato anche i referendum scozzesi che ci riguardano, abbiamo: 18 settembre 2014: referendum sull’indipendenza di Scozia. Vince il NO (rimangono con UK) con il 55% contro il 44% 23 giugnoLeggi altro →

Quando si pensa alla Scozia ci si immagina terre sconfinate e verdi, battute da venti e pioggie, e mai si potrebbe pensare che possa esistere inquinamento in queste zone. Infatti nelle zone selvagge per fortuna l’aria rimane pura e intatta e libera da qualsiasi condizionamento umano. Altrettanto vero è però che nelle città anche più piccole l’essere umano ha questo brutto vizio di inquinare a causa di traffico automobilistico, fumi di scarico di cottura di ristoranti e pub (e sappiamo quanto gli scozzesi amino il fritto), ma soprattutto i fumi di scarico del riscaldamento, vista la zona piuttosto freschina. In una grande città come EdimburgoLeggi altro →

Mercoledì scorso la strada superiore che gira intorno a Holyrood Park è stata chiusa durante la notte e al mattino a causa dell’annuale migrazione di rospi. Aperta per i pedoni, ma prestare attenzione comunque alla strada per presenza di rospi! (fonte: Edinburgh Spotlight) La notizia non ci stupisce: se gli scozzesi vivono a così stretto contatto con la natura, anche in pieno centro possiamo imbatterci in segnaletica come questa che presta particolare attenzione all’equilibrio della fauna del luogo. E il loro rispetto si rispecchia in una natura rigogliosa e generosa (anche di ragni, perché no? ahahah) E voi, avete riscontrato esempi di civiltà e rispettoLeggi altro →

Proprio ieri una nostra amica di Lovin’Edinburgh ha scritto un articolo sul suo blog che ci aiuta tramite pochi consiglio e buonsenso, ad evitare truffe sull’affitto di appartamenti. Ci sono infatti annunci che sono fasulli e persone senza scrupoli chiedono soldi da inviare a distanza senza mostrare la casa o mostrando un annuncio vero, ma di altrui proprietà. E’ valido per Edimburgo come può valere per tutte le città del mondo, per cui allerta. Ecco i consigli di Serena: AFFITTARE CASA AD EDIMBURGO E SOPRAVVIVERE ALLE TRUFFE  Leggi altro →

La risposta è semplice da un lato: la lingua ufficiale della Scozia è l’inglese. Ma…c’è sempre un ma… La tradizione scozzese ha origini molto antiche, con origini gaeliche, ma intrusioni germaniche dall’altro. Se guardate su Wikipedia vedrete che ci sono ben tre varianti. Ma all’atto pratico? Bene, a livello istituzionale, sulle etichette del parlamento scozzese, noterete che le indicazioni sono in inglese ma anche in gaelico scozzese. Sono curiosa di sapere chi effettivamente la conosce, persino all’interno del parlamento. Ma andando per strada, nei ceti medio bassi, vi imbatterete sicuramente in questa sorta di dialetto in cui alcune parole sono completamente diverse dall’inglese standard, eLeggi altro →

(photo by Edinburgh Photo Walks) Tempo fa abbiamo provato a lanciare una richiesta di consigli nel gruppo Facebook Italians in Edinburgh, e qualcosina abbiamo raccolto, ma confido che durante le vostre visite, per chi ha occhio e passione per questo mondo, possa indicarci dei posti considerati “alternativi”, all’insegna della musica più hard rock, punk etc ma anche luoghi dove ci siano shop al di sopra delle mode del momento, fra tatuatori, abbigliamento, o semplicemente qualche murales e luogo d’arte non presente nei classici itinerari. Ecco quello che abbiamo raccolto (lista in continuo aggiornamento): Street-art durante il Lockdown 2020: https://www.facebook.com/groups/lovinedinburgh/permalink/3929941047080920/ Graffiti al Colinton Tunnel Unknown pleasure Leggi altro →

Aggiornamento del 2 Settembre 2020: a partire dal 1 Gennaio 2021 sarà necessario averlo, pertanto portatevi avanti e se non l’avete procuratevelo. Qui trovate alcune informazioni utili per ottenerlo. Dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, entrare e viaggiare nel paese continuerà a rispettare le regole di prima, cioè libera circolazione per tutti i cittadini dell’Unione Europea. MA non sarà più sufficiente avere la carta d’identità valida per l’espatrio. In passato sul sito della Farnesina, c’era già un consiglio atto a scongiurare problemi o rallentamenti agli uffici di controllo immigrazione degli aeroporti per chi fosse in possesso della sola carta d’identità italiana. Cito: “Si segnalaLeggi altro →

Sito progettato e creato da Lauryn.it ©2017-2019 - Laura Gargiulo, Milano - Italy - info@lovinedinburgh.co.uk