Share

Lauryn

Madre e moglie, webdesigner e appassionata di UK, in particolare la Scozia ed Edimburgo. Libri fantasy, serie tv, musica completano il profilo delle mie principali passioni, ma non solo. Ho scritto il libro Lovin'Edinburgh, diario di una sognatrice che dà il titolo a questo blog.

My Edinburgh / Vivere a Edimburgo · 10 Aprile 2021

Edimburgo, la città dalle mille facce

Stanotte, come molte notti della mia vita da quando l’ho conosciuta, mi sono ritrovata in un sogno in cui abitavo in una zona residenziale di Edimburgo, mi veniva a trovare mia sorella e la portavo con pochi passi a vedere magnifici panorami e a vedere il centro storico. E stamattina risvegliandomi mi sono detta: ma quante facce ha questa città? Quante altre hanno la possibilità di avere tanti aspetti paesaggistici così diversi in una sola città? Sicuramente sono poche al mondo, o forse ho vissuto troppo a lungo a Milano per rendermi conto della bellezza del resto del mondo. Ma torniamo a Edimburgo.

Hai la possibilità di avere come vicini di casa gli scoiattoli!

E poi hai diversi panorami tutti insieme: il fiume “Water of Leith” con i paesaggi tipici di una città piena di locali e vita lungo il fiume, ma anche la parte selvaggia dello stesso fiume, percorribile a piedi o in bicicletta, immersi nella natura.

Hai ben 7 colline, alcune come l’Arthur’s seat piuttosto ripide e scalabili come piccole montagne, con paesaggi selvaggi da cui osservare l’intera città in un solo colpo d’occhio.

Hai i quartieri residenziali con tutte le sfumature e i suoi negozietti e servizi. Dai quartieri più ricchi a quelli più modesti, spesso Edimburgo si sviluppa in orizzontale piuttosto che in verticale, e quando lo fa sono ben pochi i palazzi veramente alti.

Photo by Trey Musk on Unsplash

E si passa poi all’area portuale, dove si alternano le spiagge per passeggiare di Portobello alle zone con i piccoli porticcioli, i 3 ponti e i fari.

Screenshot da una stories di @horror_paradise

Photo by Zhanhui Li on Unsplash

E poi c’è ancora la natura, anche in piena città, con i parchi e i giardini.

Photo by Karl Bewick on Unsplash

Poi si va sul Royal Mile, nella città antica, a respirare un po’ di antico e nuovo, con pub, negozi, creature e luoghi storici o ricreati appositamente nella stessa magia originale del borgo gotico medievale.

 

Photo by Eric Veiga on Unsplash

Poi c’è la città nuova e georgiana che si mischia al nuovo, al traffico, i doubledecker, i taxi, ai nuovi edifici che modificano lo skyline rendendola una città sempre viva e vicina al progresso.

Photo courtesy of Manuela

Eppure è il suo profilo antico che la tiene sempre viva nei nostri cuori.

Photo by Oliver Ash on Unsplash

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: